Spiegate a Google cos’è un SEO

Fai il SEO e ti senti braccato? Sei paranoico anche quando scrivi due righe di codice? Indossare un cappello nero ti trasmette uno strano senso di insicurezza?

Tranquillo. Google non ha la minima idea del mestiere che fai, né delle conseguenze che può avere sui suoi sistemi. La prova?

Girovagando su YouTube mi sono imbattuto nel canale istituzionale di Google Italia, e precisamente nel video introduttivo a Google AdWords. Qui la piacevole voce femminile spiega come normalmente gli utenti, una volta arrivati su Google (il motore di ricerca più usato al mondo!) inseriscano nel box di ricerca ciò che stanno cercando: nell’esempio, “spedizione fiori roma“.

In un batter d’occhio, Google mostra la pagina coi risultati. Dovete sapere che i risultati che appaiono sulla sinistra, ovvero i risultati organici, sono selezionati da un sofisticato algoritmo; la cosa curiosa è che la signorina ci spiega con fare deciso che questi risultati non sono influenzabili in alcun modo. Ehm. C’è un piccolo problema.

La signorina, forse, nel leggere il suo discorso non si è accorta che proprio la query che ha usato come esempio restituisce alcuni risultati particolari, ben visibili tra il secondo 0:30 e 0:40 circa del filmato: in particolare, nella SERP usata come esempio, sette siti su sette visualizzati hanno più o meno palesemente ricevuto un’ottimizzazione, proprio per influenzare quel misterioso algoritmo. In alcuni l’ottimizzazione è anche parecchio spinta: il secondo risultato ha come titolo “Fiori Roma – Consegna fiori Roma – Spediziona fiori Roma – fiori a..” e come descrizione una equivalente accozzaglia di keyword.

Influenzare i risultati delle ricerche non solo è possibile quindi, ma è anche una pratica diffusa

Ma lo devo ammettere: la signorina dietro la sua voce soave cela un’astuzia che si svela col proseguire del filmato. Ma se voglio essere in prima pagina sul motore di ricerca più usato al mondo e i risultati sulla sinistra non sono influenzabili, come faccio? Ecco qua: AdWords.

Certo è che per affermazioni tanto categoriche quanto imprecise potevano almeno usare un altro esempio

4 comments so far

  1. antgri on

    Interessante il tuo articolo.

    Quindi pensi che Google dica a tutti di seguire certe norme che poi, lui per primo disattende?

    Quindi quello che pare essere una violazione palese delle norme stabilite da google, potrebbe essere una chiave per ottimizzare al meglio?

  2. Lex Luthor on

    Io credo semplicemente che il target del video sia un utente che non sa nulla di motori di ricerca. Un utente che Google deve contendere alle SEM agency, a cui deve vendere il suo prodotto, senza fargli sapere che può raggiungere risultati più stabili e duraturi attraverso accorgimenti SEO (non necessariamente spam).

    Credo che quella dell’esempio, tuttalpiù, sia una svista.

    Che però fa sorridere chi si occupa di ottimizzazione per i motori giornalmente :)

  3. ricciuforever on

    esatto.. una svista assurda e soprattutto come hai perfettamente segnalato, un’azione di marketing, sgamabile solo da noi addetti, per rivendere adwords :)

  4. antgri on

    Pensate che abbina necessità di essere rivenduto Adwords? Quanto pensate sia efficace in realtà?


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: