Archive for the ‘googlebot’ Tag

Seconda Google Live Webmaster Chat, resoconto (2/2)

Rieccoci con la seconda parte del resoconto sull’appuntamento che ha visto Google a confronto con addetti ai lavori e appassionati: la Google Live Webmaster Chat.

Altre domande e risposte tradotte per voi: :)

D: Google fa differenza tra ricerche in caratteri minuscoli e ricerche con le maiuscole al posto giusto?
R: Potremmo farlo se riteniamo che sia rilevante nel termine di ricerca.

D: Se ci sono keyword sotto forma di commenti nel codice, Google lo etichetterà come spam?
R: Il codice commentato è ignorato dai robot, quindi non serve a nulla.

D: […] Gestisco un sito multinazionale che supporta 12 lingue. Stiamo implementando il geotargeting di modo che gli utenti vengano redirezionati verso la lingua appropriata sulla base del loro Paese. […]
R: Ti consiglierei di non redirigere gli utenti sulla base della loro posizione. Potrebbe essere una cattiva user experience. E’ meglio permettere a un utente di scegliere la propria versiona sulla base delle proprie ricerche.

D: GoogleBot preferisce nomi di file e directory lunghi o corti?
R: Google non ha preferenze, ma solitamente i nomi brevi sono preferiti dagli utenti per questioni di usabilità.

D: Dopo che un sito che era stato hackerato al fine di mostrare del codice “furbo” viene ripulito, basta inviare una “reconsideration request” attraverso i webmaster tools?
R: Corretto.

D: Cosa succede se un url è in inglese metre il contenuto della pagina è in spagnolo, su dominio .com.mx? Sarebbe meglio usare lo spagnolo nel percorso?
R: E’ sempre meglio mantenere gli url in modo che gli utenti sappiano di cosa tratta la pagina.

D: Esiste un generatore di sitemap in xml raccomandato da Google? O è meglio costruirla a mano?
R: Abbiamo un generatore di sitemap in python se ti è familiare l’esecuzione da riga di comando. In alternativa, poi trovare altre opzioni qui.

D: Qualcosa sulla forza di DMOZ?
R: Se riesci ad ottenere un link su DMOZ è sempre utile, ma non c’è nessuna “spinta DMOZ” speciale o qualcosa di simile.

Questo un sunto di quello che si è detto. Come ho scritto nel precedente post, trovate i contenuti completi della chat (in inglese) su SeoRoundTable.

Inutile ribadire che spesso le risposte di Google sono state elusive, altre volte allusive: mi riferisco alla costruzone di pagine orientate agli utenti, più che ai motori. Google spinge perché si lavori così, proprio perché anche lui sta andando in quella direzione.

Ci vediamo là :)

Seconda Google Live Webmaster Chat, resoconto (1/2)

La settimana scorsa ho partecipato alla chat indetta da Google per fare il punto della situazione assieme agli addetti ai lavori, webmaster e SEO di tutto il globo. Domande e risposte si sono susseguite a ritmo serrato, alcuni temi triti e ritriti, altre piccole grandi novità.

Prime due considerazioni, esterne ai contenuti dell’evento:

    1. Ampia partecipazione di SEO dall’Est del mondo, in particolare India, segno che il terziario avanzato non è più terreno di esclusiva occidentale;
    2. Solita, palpabile, a tratti irritante “diplomazia” di Matt Cutts e soci nell’affrontare certi argomenti notoriamente spinosi.

      Venendo alla sostanza della chat, riporto alcuni interventi interessanti, traducendo velocemente la trascrizione che potete leggere in forma integrale su SeoRoundTable:

      D: Conteggiate i link provenienti da documenti indicizzati su Google Academic o Google Books?
      R: Non credo che al momento teniamo conto dei backlink dalle pubblicazioni su Google Scholar a meno che non siano già state trovate e indicizzate come pagine web normali

      D: C’è un limite al numero di redirect 301 utilizzabili per indirizzare le pagine di un sito alle corrispondenti di un altro?
      R: No, non c’è un limite al numero di 301, quindi puoi indirizzare 100K pagine verso altre 100K. Tuttavia, se incontriamo un catena di redirect molto lunga, potremmo decidere di smettere di seguirla.

      D: In un sito costruito con i CSS, il crawler considera il loro contenuto o li scarta a favore dell’HTML?
      R: Tipicamente non ci dedichiamo al contenuto dei CSS, ma in un numero limitato di circostanze potremmo farlo (ad esempio per cercare testo nascosto)

      D: Quanto influiscono le citazioni nella rilevazione di contenuto duplicato?
      R: Farei attenzione a non citare un intero articolo senza aggiungere del contenuto originale (questo è essenzialmente scraping), ma le citazioni usuali vanno bene e non arrecano alcun danno.

      D: Ogni quanto viene aggiornato il PR di un sito?
      R: Tipicamente ogni 3-4 mesi.

      D: Impostando il tag noindex ed effettuando un redirect 301 verso un altro dominio, quest’ultimo continua a non essere indicizzato?
      R: No, quindi un webmaster non può fare escludere il tuo sito dall’indice con questo metodo.

      To be continued…